Associazione NATs

Chi siamo

L'Associazione NATs ONLUS (dall'acronimo spagnolo "Niñ@s y Adolescentes Trabajadores", bambini e adolescenti lavoratori) e' un'associazione internazionale fondata nel 1995 da persone che hanno lavorato o lavorano con bambini ed adolescenti in Italia e nei Paesi del Sud del mondo, come educatori, cooperanti, volontari, pedagogisti, ricercatori ecc.

I movimenti NATs sono organizzazioni autogestite dai bambini e dagli adolescenti che le compongono, e sono basate sull'organizzazione e la rappresentazione democratica. Si tratta di organizzazioni a piu' livelli, nelle quali i bambini, supportati ed accompagnati da educatori adulti che svolgono una funzione di facilitatori, operano direttamente sul territorio in difesa dei loro diritti.
L'esperienza e' nata in Peru' nel 1976 e successivamente si e' estesa a quasi tutti i paesi dell'America Latina, in diversi paesi dell'Africa ed in India ed altri paesi asiatici.

I movimenti dei NATs hanno come obiettivo principale la difesa del lavoro minorile dallo sfruttamento. Lo scopo di queste organizzazioni e' di LOTTARE CONTRO OGNI FORMA DI SFRUTTAMENTO ECONOMICO DEI MINORI, pur essendo contrarie ad un'ABOLIZIONE DEL LAVORO INFANTILE assoluta ed indifferenziata.

L'approccio dei NATs fa riferimento alla cosiddetta valorizzazione critica; secondo tale approccio il lavoro, quando svolto in condizioni di diritto e dignita', con modalita' che non ledano lo sviluppo fisico e psicologico e l'integrazione sociale del minore, puo' essere un mezzo di sviluppo e crescita del soggetto, anche se si tratta di un bambino.
La considerazione da cui parte l'azione di questi movimenti e' che l'esperienza del lavoro, per la maggioranza dei bambini e delle bambine dei settori popolari, costituisce un ambito significativo di costruzione di un'identita' sociale: il lavoro non e' solo guadagno, ma puo' anche essere esperienza educativa, grazie alla quale rendersi attivi e partecipare, come esseri umani, alla vita della societa'.
Occorre riconoscere e valorizzare questo lavoro come contributo importante al sostentamento della famiglia, e come partecipazione alla vita sociale ed economica ed ai processi sociali e civili dei propri contesti di vita.

I movimenti dei NATs svolgono attivita' di conoscenza e promozione dei diritti civili e sociali dei minori, affinche' questi ne abbiano coscienza e siano in grado di rivendicarli e difenderli, grazie alla pratica collettiva, con esperienze cooperative e di solidarieta'.

I movimenti organizzano servizi di sostegno per i bambini e le bambine che lavorano: mense, biblioteche, scuole con orari flessibili e metodi alternativi che consentano di alternare scuola e lavoro, case di accoglienza, servizi di sanita' di base, micro-imprese.
Organizzano laboratori per dare un'alternativa di lavoro dignitoso a quei bambini che stanno tentando di uscire da una situazione di sfruttamento.

Con gli strumenti del gioco, della creativita', dello studio e con l'allegria, creano un ambiente di solidarieta' e forte affettivita'. Attraverso la discussione e l'approfondimento di temi di attualita', a livello nazionale e mondiale, e dei meccanismi internazionali che condizionano o determinano la loro situazione di vita, le bambine, i bambini e gli adolescenti lavoratori appartenenti a tali movimenti, cercano di prendere coscienza del contesto globale e complessivo in cui vivono per poter agire e lottare conseguentemente.

L'esperienza dei movimenti organizzati di bambine, bambini ed adolescenti lavoratori ci mostra una cultura differente di infanzia, un'idea forte e partecipativa di cittadinanza, di protagonismo, di responsabilita', che considera i minori come risorse attive della societa': essi sono persone portatrici di DIRITTI, ma anche veri soggetti sociali, capaci cioe' di partecipare attivamente alla vita delle proprie comunita' e alle lotte contro meccanismi di ingiustizia sociale.

L'Associazione Nats di Bologna da anni si occupa di sostenere l'attivita' di questi movimenti e di diffondere la conoscenza della loro esperienza in Italia, attraverso pubblicazioni, percorsi di formazione sul lavoro minorile, nonche' con l'organizzazione di conferenze, seminari pubblici e incontri con rappresentanti dei movimenti. Il tutto a partire dalla consapevolezza che il lavoro minorile e' un fenomeno complesso, dagli aspetti articolati, da affrontare in modo approfondito e critico anche e soprattutto rispetto alle possibili soluzioni.

Le attivita' dell'associazione si sono indirizzate in questi anni lungo le seguenti direzioni: Ricerca-Pubblicistica, Convegni, Formazione, azione diretta con i NATs nel sud del mondo.

Dal 1995 al 1998 l'Associazione NATs ha curato la realizzazione e la pubblicazione della rivista internazionale NATs, nelle sue edizioni inglese e spagnola.
Avvalendosi della collaborazione dei principali ricercatori e studiosi mondiali sulla partecipazione infantile e sui movimenti dei bambini lavoratori, la Rivista e' un luogo di discussione e confronto riguardo i vari piani di intervento e le diverse prospettive di interpretazione ai fenomeni inerenti l'infanzia, in special modo quella che lavora. Dal 1997 al 1998 l'Associazione ha curato anche la versione italiana, pubblicata dalla EMI, dal titolo "NATs, Nuovi spazi di Crescita".
Nel 2002, nella collana "I Libelluli" della rivista "ALTRECONOMIA", editrice Berti, e' stato pubblicato "Bambini al lavoro: scandalo e riscatto. Proposte ed esperienze dei movimenti di bambini e adolescenti lavoratori".

Sulle medesime tematiche sono stati pubblicati diversi articoli sulla stampa nazionale, oltre a numerosi interventi in programmi radiofonici ed al coinvolgimento in servizi sui principali canali televisivi.

L'associazione ha, tra l'altro, prestato la sua consulenza al Centro Nazionale di Documentazione sui Minori del Dipartimento Affari Sociali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e alla Regione Emilia Romagna per il sito web sul lavoro minorile. Ha organizzato e ha partecipato a oltre 50 convegni sui problemi dell'infanzia e sul lavoro minorile, ed in particolare e' consolidata la collaborazione con l'Universita' di Bologna, cosi' come con diverse ONG italiane.

Il forte impegno nell'educazione interculturale e nei laboratori sulla mondialita', come i recenti progetti in scuole della provincia di Ravenna e del Bolognese, ha fornito all'associazione riconoscimento sul territorio nazionale.

L'Associazione supporta e organizza la presenza in Italia dei delegati dei movimenti, anche in occasione di manifestazioni come ad esempio l'assemblea dell'Onu dei Popoli: Noi popoli delle nazioni unite per un'economia di Giustizia durante la Marcia della Pace Perugia-Assisi.

L'Associazione Nats fa parte della rete Italianats (www.italianats.org), fondata nel 2000 da diversi soggetti interessati a promuovere e far conoscere l'esperienza dei Movimenti dei bambini e adolescenti lavoratori .
Italianats e' una realta' che riunisce una molteplicita' di organizzazioni operanti nel settore della cooperazione internazionale, del commercio equo e solidale, dei rapporti nord-sud, come cooperative, organizzazioni non governative, associazioni attive nel campo della cultura e della solidarieta'.

Contenuti piu' visti

Login utente

  • Richiedi nuova password